Sold Out!
2012

Le Pergole Torte 2012 Montevertine

Punteggi:
ANTONIO GALLONI:
94/100
ROBERT PARKER:
92/100
Wineinbarrique:
96/100

?

 

 

 

235.00 /750ml

Esaurito

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le Pergole Torte 2012 Montevertine”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Wine specs

Note di gusto

Le Pergole Torte 2012 Montevertine nasce da uve sangiovese. Colore rubino granato piuttosto intenso. Avvolgente e leggermente etereo, con note di cassis, prugna, amarena, su accenni bois? e persino di terra bagnata e di sottobosco. Una particolare nota che ricorda lo zucchero caramellato.
Caldo e avvolgente al palato, sapido, qualche increspatura tannica su un corpo di peso maggiore che in altre versioni.
Pi? possente e un po? meno elegante, ma deriva da una vendemmia particolarmente calda. Credit: Doctor Wine

cantina Montevertine

con quale cibo

Abbinamenti perfetti

Le Pergole Torte 2012 Montevertine si abbina perfettamente con arrosti di carni bianche e rosse e con pollame nobile, cacciagione e formaggi.

Specifiche del vino

Note sulla vinificazione

Fermentazione alcoolica in vasche di cemento per circa 25 giorni. La fermentazione malolattica ? in vasche di cemento. L’invecchiamento avviene 18 mesi in botti di rovere di Slavonia, 6 mesi in barriques e circa 6 mesi in bottiglia.

L'Azienda

Storia

Prodotto per la prima volta nell?annata 1977, ? stato il primo Sangiovese in purezza vinificato nella nostra zona di Radda in Chianti.
Le uve provengono dai nostri vigneti storici, piantati fra il 1968 e il 1999.
Matura per un anno in barriques Allier e un anno in botti di rovere di Slavonia.
Montevertine ? una localit? abitata fin dall?XI? secolo. Sono ancora visibili le tracce della costruzione originale, indubbiamente a carattere difensivo, trasformata successivamente in abitazione rurale.
Montevertine ? stata acquistata nel 1967 da Sergio Manetti, allora industriale siderurgico, come casa di vacanza.
Egli restaur? la casa rendendola abitabile e subito impiant? due ettari di vigna ed allest? una piccola cantina con l?idea di produrre un po? di vino per i suoi amici e clienti.
La prima annata prodotta, il 1971, era discreta e Sergio Manetti pens? di mandarne alcune bottiglie al Vinitaly di Verona tramite la Camera di Commercio di Siena.
Fu un grande successo e la cosa entusiasm? Sergio al punto che dopo pochi anni abbandon? definitivamente l?attivit? industriale per dedicarsi unicamente al vino,
supportato dalla consulenza di Giulio Gambelli e con il supporto di Bruno Bini, il fidato cantiniere. Furono messe a dimora nuove vigne, realizzate nuove cantine, con una crescita aziendale che non si ? mai fermata.
Sergio Manetti ? scomparso nel novembre del 2000, da quel giorno la fattoria ? diretta dal figlio Martino Manetti che mantiene intatti i valori della tradizione che da sempre sono la bandiera di Montevertine.